ZIMMEFREI | NOVEMBER 2018

November 13, 2018

SCREENING – ITALIA

‘Almost Nothing | CERN La scoperta del futuro’ esce in 80 cinema!

Diretto da Anna de Manincor | ZimmerFrei, prodotto da BO Film (I), Tita Production (F) e Associate Directors (B) e distribuito da I Wonder Pictures, Almost Nothing è un film sulla comunità scientifica del CERN di Ginevra, un vero e proprio esperimento sociale nel quale ogni giorno 10.000 persone di tutto il mondo lavorano insieme ad uno scopo comune: le origini dell’universo, la ricerca nella fisica del micro e nel macrocosmo.

Dal 18 al 21 novembre I Wonder Stories

Presentazioni con gli autori e produttori:
18 novembre h 10:40 Milano, Cinema Anteo
18 novembre h 21:30 Bologna, Cinema Galliera
19 novembre h 21:00 Firenze, Cinema Stensen
20 novembre h 20: Bologna, Cinema Jolly
21 novembre h 20:00 Torino, Cinema Romano
22 novembre h 21:00: Modena, Cinema Astra

La maggior parte delle proiezioni è accompagnata dall’incontro con alcuni fisici dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e con docenti, ricercatrici e ricercatori di diverse università, tra cui Antonio Sidoti e Andrea Bozzetti, ricercatori dell’INFN e Sergio Bertolucci, professore straordinario di Fisica sperimentale del dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Bologna ed ex Direttore della Ricerca del CERN. 

Link al trailer: almostnothing.eu/#trailer

Ecco il commento di uno spettatore d’eccezione, lo scrittore e giornalista Ivan Carozzi

“Ho già visto Almost Nothing, il film di Anna de Manincor e Zimmerfrei, un paio di settimane fa. È un documentario sulla comunità di scienziati e lavoratori impiegati presso il CERN di Ginevra. Su di me ha avuto un effetto, direi, imbambolante. Perché? Non per la regia, che è sempre precisa, uniforme ed elegante, detto con una immagine: un chilometrico nastro di stoffa che procede da uno spazio all’altro fino alla conclusione. «Imbambolante» perché: 1) Le dichiarazioni degli scienziati, e degli altri addetti intervistati, intorno al lavoro del CERN e gli esiti delle ricerche svolte all’interno del CERN, è spesso al di là della comprensione umana, più simile alla poesia e a una forma di rivelazione impossibile da dire, che non a una banale trasmissione di dati e informazioni accademiche 2) Perché nel corso di tutto il film siamo dentro una città sotterranea e labirintica fatta di gallerie, cunicoli, porte automatiche, griglie, passerelle sopraelevate, tubi, cavi, enormi fasci di cavi, dove si aggira una comunità planetaria di cervelli incredibilmente simili al personaggio di Eta Beta. La comunità che vive lì sotto, oltre aver inventato il world wide web, vive e lavora secondo le regole di una specie di democrazia «necessaria» e naturale, dal momento che la conoscenza cresce e si espande solo se è democratica, il che rende «Almost nothing», incidentalmente, anche il contenitore di un messaggio antipopulista. Andatelo a vedere.”

 


SCREENING – EUROPA

Almost Nothing | CERN Experimental City

MOIS DU CINÉMA DOCUMENTAIRE

Screenings of Almost Nothing in the frame of the Month of Documentary Films:

23 novembre Belfort (France)
www.moisdudoc.com/almostnothing

24 novembre Delémont (Switzerland)
Meeting with the director Anna de Manincor
www.cinelagrange.ch/films/almost-nothing

 28 novembre Bruxelles (Belgium), Beursschouwburg
Meeting with Anna Rispoli, Massimo Carozzi, Anna de Manincor  (ZimmerFrei), Bram Crols (Associate Directors – Belgio), Serena Gramizzi (Bo Film – Italia)
www.beursschouwburg.be/en/almost-nothing